Incentivo Occupazione Giovani: nel 2017 conviene dare lavoro ai giovani

Durante l’intero 2017 converrà assumere giovani. Il Ministero del Lavoro presenta l’Incentivo Occupazione Giovani. Agevolazioni fino a 8000€ annui.

Incentivo Occupazione GiovaniNell’ambito del Programma “Iniziativa Occupazione Giovani” è istituito l’incentivo denominato “Incentivo Occupazione Giovani”.

L’agevolazione spetta esclusivamente ai datori di lavoro privati che, senza esservi tenuti, assumano, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2017 giovani registrati al “Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani” e in possesso delle caratteristiche illustrate nel Decreto.

Ambiti di applicazione:

L’incentivo è riconosciuto ai datori di lavoro che assumano i giovani di cui sopra con una delle seguenti tipologie contrattuali:

  1. Contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione;

  2. Contratto di apprendistato professionalizzante o di mestiere;

  3. Contratto a tempo determinato, anche a scopo di somministrazione, la cui durata sia inizialmente prevista per un periodo pari o superiore a sei mesi.

L’incentivo è riconosciuto anche in caso di lavoro a tempo parziale.

Agevolazioni:

  1. Contratto a tempo indeterminato o apprendistato: l’importo dell’incentivo è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 8.060 euro annui per giovane assunto. L’incentivo in questione viene riconosciuto nei limiti massimi di aiuto del 50% dei “costi ammissibili” e cioè dei costi salariali durante un periodo massimo di 12 mesi successivi all’assunzione del lavoratore.

  2. Contratto a tempo determinato di durata minima di 6 mesi: l’importo dell’incentivo è pari al 50% della contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione di premi e contributi dovuti all’INAIL, nel limite massimo di 4.030 euro annui per giovane assunto.

In caso di lavoro a tempo parziale l’Incentivo Occupazione Giovani sarà proporzionalmente ridotto.

Termini:
L’incentivo deve essere fruito entro il 28 febbraio 2018.

Notizia segnalata da Synago