Sistema integrato di educazione e istruzione 0-6 anni. Incontro all’AGCI Lazio

Martedì 26 Giugno 2018, ore 17.00, l’incontro organizzato a Roma da AGCI Lazio, Kairos e Forum Infanzia Bene Comune nel Lazio. La presentazione del libro di Angelo Mari “Il sistema integrato di educazione e di istruzione dell’infanzia”

Mari_21_nov_2017

Un appuntamento che segnaliamo a chi è interessato al tema dell’educazione e dell’istruzione per i bambini della fascia di età 0-6 anni.
Si svolgerà martedì 26 giugno, ore 17.00, presso l’AGCI Lazio, al 5° piano di Via Benedetto Croce 40, Roma.

 

“Il sistema Integrato di Educazione e Istruzione dell’Infanzia” (Edizioni Aracne) è il libro che l’autore Angelo Mari, docente di Programmazione dei servizi alla persona alla Lumsa, presenterà insieme a Kairos Cooperativa Sociale e Forum Infanzia Bene Comune nel Lazio.

 

Gli interventi di esperti del sistema educativo e del Terzo Settore

Parteciperanno alla presentazione Antonia Labonia, pedagogista e formatrice prima infanzia 0-6, Tullia Musatti (ISTC-CNR), che parlerà del decreto 65/2017, Eugenio De Crescenzo, presidente di AGCI Lazio Solidarietà, che contestualizzerà la presentazione nell’ambito della Riforma del Terzo Settore. Modera l’incontro Andrea De Dominicis, docente Lumsa e presidente di Kairos.

 

È gradita conferma per la partecipazione all’incontro
Prenotati sul sito di Kairos
o scrivendo a [email protected]

iscriviti per ricevere aggiornamenti su notizie, opportunità di formazione e consulenza per chi lavora nel sociale

Il libro di Angelo Mari

Il volume ha lo scopo di approfondire temi, problemi e soluzioni riguardanti la costruzione del sistema integrato di educazione e di istruzione, dalla nascita fino a sei anni, e affronta i profili cruciali della materia: da quelli storici a quelli sovranazionali; dall’organizzazione alle procedure; dai diritti dei bambini a quelli delle famiglie. Servizi per l’infanzia e scuola dell’infanzia sono stati finora due mondi diversi con forti disparità territoriali, per cui il percorso di integrazione comporta un notevole impegno delle istituzioni, delle famiglie e degli altri soggetti pubblici e privati coinvolti, che potranno giovarsi delle riflessioni svolte nel testo. Il lavoro costituisce inoltre un aggiornato riferimento per la formazione di studenti, educatori e insegnanti.

 

Il sistema integrato ne La Buona Scuola

La cosiddetta legge sulla “buona scuola” del luglio 2015 che ha introdotto nell’ordinamento italiano numerose disposizioni innovative con lo scopo di avviare un processo di rinnovamento dell’intero sistema scolastico nazionale. Tra queste disposizioni è da annoverare infatti la delega per l’istituzione del “sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a sei anni”, costituito dai servizi educativi per l’infanzia e dalle scuole dell’infanzia (art. 1, comma 181, lett. e). Il fine è di garantire ai bambini e alle bambine pari opportunità di educazione, istruzione, cure, relazione e gioco, superando diseguaglianze e barriere territoriali, economiche, etniche e culturali, nonché ai fini della conciliazione tra tempi di vita, di cura e di lavoro dei genitori, della promozione della qualità dell’offerta educativa e della continuità tra i vari servizi educativi e scolastici e la partecipazione delle famiglie.

 

Dopo queste apprezzabili dichiarazioni di principio di carattere generale, che legificano le richiamate istanze di innovazione, il testo indica i principi e criteri direttivi cui il Governo deve attenersi per l’adozione dei decreti legislativi delegati entro i primi mesi del 2017 e degli eventuali decreti correttivi, da adottarsi entro i primi mesi del 2019.
Pertanto, il nuovo sistema integrato, dal punto di vista normativo, verrà costruito progressivamente e, di conseguenza, pian piano ad esso dovranno seguire sia il necessario adeguamento degli assetti istituzionali e amministrativi sia la revisione degli assetti organizzativi privati.
L’impostazione della normazione richiamata vede la prevalenza di disposizione programmatiche, per cui il sistema sarà costruito attraverso l’emanazione di ulteriori atti sia normativi sia amministrativi.

 

IV Piano nazionale di azione e interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva

Nello stesso senso unificante si muove il “IV Piano nazionale di azione e interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva” recentemente approvato, che contiene un’apposita sezione sui servizi socio educativi per la prima infanzia e la qualità del sistema scolastico
volta, tra l’altro, ad attuare le funzioni di regolazione, promozione, misura e controllo della qualità nel sistema territoriale integrato dei servizi educativi zero sei anni.

 

Anche se dal punto di vista pedagogico il segmento zero sei anni costituisce ormai pacificamente un unico percorso educativo — ma il primo segmento, tre quattro mesi, deve essere necessariamente espressione della competenza e potestà genitoriale — i servizi per l’infanzia e la scuola dell’infanzia sono stati considerati dall’ordinamento giuridico italiano due mondi diversi, distinti e separati sotto differenti profili: per l’assetto delle competenze istituzionali (comuni, regioni e stato), per le finalità (cura o educazione), per le situazioni giuridiche sottostanti (servizi a domanda individuale o servizio universale), per il finanziamento (pubblico con tariffe o pubblico, gratuito o con minime tasse di iscrizione), per la qualificazione degli operatori (educatori o insegnanti, diplomati o laureati), per la diffusione territoriale (debole e differenziata nello zero tre, forte e omogenea nel tre sei).

 

Entrambi i segmenti sono caratterizzati poi dalla libertà di scelta delle famiglie, le quali — trovandoci al di fuori e prima dell’obbligo scolastico — possono decidere se far frequentare o meno ai figli nidi e scuole dell’infanzia, senza particolari vincoli e controlli; anzi, tale libertà è garantita dalla stessa Costituzione, laddove dispone che “è dovere e diritto dei genitori, mantenere, istruire ed educare i figli, anche se nati fuori del matrimonio” (art. 30).

 

È gradita conferma per la partecipazione all’incontro
Prenotati sul sito di Kairos
o scrivendo a [email protected]

 

Il sistema educativo 0-6. La locandinasistema educativo integrato e istruzione

Vuoi ricevere altre notizie?
Hai bisogno di supporto o consulenza per progettare interventi nel sociale e realizzarli?

Contattaci
Iscriviti alla Newsletter di Oasi