ReStart: Bambini+Diritti lancia il progetto di agricoltura sociale

È stato presentato sabato scorso ReStart, il progetto di agricoltura sociale che la Onlus Bambini+Diritti realizza a Subiaco per 8 minori in stato di disagio socio-economico. Oasi sarà impegnata nelle fasi di monitoraggio e accompagnamento. E la prima produzione di marmellate sarà regalata ai bambini colpiti dal terremoto a Norcia.

ReStart: il progetto di agricoltura sociale di Bambini+Diritti

Saranno alle prese con frutti di bosco, api e ulivi i ragazzi giovanissimi che la Onlus Bambini+Diritti vuole risollevare dalle proprie condizioni di difficoltà attraverso l’agricoltura sociale. I frutti di bosco saranno utili anche per le marmellate, la cui prima produzione verrà donata ai bambini di Norcia.

ReStart è il nome di questo progetto finalizzato sia all’inserimento lavorativo di giovani in condizioni di disagio che alla riqualificazione di terreni agricoli.
Sabato 12 novembre l’Associazione di Promozione Sociale Bambini+Diritti Onlus lo ha presentato ufficialmente, dopo averlo avviato negli scorsi mesi nel territorio di Subiaco grazie all’aiuto di UniCredit Foundation.

img-20161112-wa0001

L’evento, ospitato presso la Porta del Parco Nazionale dei Monti Simbruini, è stato un’occasione di incontro e confronto sui temi del lavoro e della valorizzazione del territorio. Due, infatti, sono gli obiettivi fondamentali del progetto: formare ai lavori agricoli giovani in condizione di disagio, in particolare minori stranieri non accompagnati, e valorizzare terreni agricoli nella Valle dell’Aniene.

L’idea di ReStart nasce nel 2015, anno in cui Bambini+Diritti inizia ad operare nel territorio di Subiaco attraverso la comunità educativa per minori “Le Colonne d’Ercole” (gestita in ATI con l’Associazione Virtus Italia onlus e la Cooperativa CEAS) e la Fattoria Educativa Parco degli Aceri.
Il progetto prevede la realizzazione, in 24 mesi, di percorsi di tirocinio formativo per 8 minori ospiti della comunità e la produzione di 3 linee di prodotti agricoli di qualità: conserve e confetture, olio e miele.

Il passaggio dall’idea alla realtà è stato possibile grazie al sostegno di UniCredit Foundation. Restart, infatti, sempre nel 2015, è risultato fra i vincitori del bando “UniCredit Carta E – Strategie di coesione sociale a favore dei giovani”, ottenendo l’accesso al relativo finanziamento. Inoltre, gli esperti della Fondazione hanno affiancato le risorse messe in campo da Bambini+Diritti con una fondamentale attività di consulenza durante la fase di start up e continueranno a farlo per i primi due anni di progetto, utili a metterne in sicurezza la sostenibilità sul lungo termine.

Anche Associazione Oasi avrà un ruolo in questa iniziativa. Contribuiremo con la nostra esperienza, maturata sia nel settore dell’agricoltura sociale che nel campo degli interventi per i minori, per collaborare nelle fasi di monitoraggio e di accompagnamento.