Pubblicazioni

 “Ragazzi e ragazze al centro. Spazi e relazioni con gli adolescenti a Roma”

La pubblicazione frutto delle attività del Progetto di ricerca-intervento volto allo sviluppo del sistema cittadino dei centri di aggregazione per adolescenti, promosso dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità, finanziato con il fondo della Legge 285/97 affidato ad una associazione temporanea di organismi, costituita dalla rete ITER, dall’Università LUMSA e dall’associazione OASI, che ne è capofila.

Per leggere e scaricare la ricerca clicca qui


AttivaEtà – Riflessioni e buone pratiche dai progetti di scambio intergenerazionale nella Regione Lazio

AttivaEtà è un progetto realizzato dall’Associazione Oasi con il contributo della Regione Lazio – Direzione Regionale Politiche sociali, autonomie, sicurezza e sport, Area Impresa Sociale e Servizio Civile

Effettuata grazie all’iniziativa regionale “Fraternità: Promozione di nuove frontiere per l’integrazione sociale”, questa esperienza vede i progetti di scambio intergenerazionale come straordinari veicoli di promozione di inclusione sociale, innovativi nel loro intento di recupero del valore della relazione tra diversi gruppi generazionali. Attraverso una ricerca sul web tramite parole-chiave sono state individuate 29 iniziative effettuate nel Lazio, aventi come focus principale lo scambio intergenerazionale. I risultati della rassegna dei progetti implementati nel Lazio ci restituiscono l’immagine di una progettualità molto orientata al superamento delle barriere e dei vincoli legati all’età, in vista del raggiungimento di un obiettivo di inclusione sociale che dia a tutti, a tutte le età, uguale diritto di accesso a conoscenze, competenze e risorse, in un’ottica di potenziamento e arricchimento reciproco, piuttosto che di concorrenza per la scarsità di risorse a disposizione di entrambi i gruppi.

Per leggere e scaricare la ricerca clicca qui.


 Mappa di Roma Capitale per un’agricoltura sociale metropolitana

Progetto realizzato con il fondo nazionale infanzia e adolescenza Legge 285/97, Dipartimento Promozione dei servizi sociali e della salute di Roma Capitale.
Il testo è il risultato dell’indagine prevista nella fase preliminare del progetto “Campi Aperti per il Sociale – L’agricoltura sociale per la prevenzione e la riduzione del disagio minorile”, realizzato da Oasi in collaborazione con la Rete delle Fattorie Sociali. L’intenzione è di restituire un’immagine sintetica dei Municipi di Roma Capitale secondo una lettura specificamente tagliata sulle finalità dell’iniziativa.
L’agricoltura sociale rappresenta l’insieme delle attività in cui si incontrano il mondo della produzione agricola e quello dei servizi sanitari e sociali. L’obiettivo del progetto Campi Aperti è di testare gli impatti potenziali su una specifica fascia d’età in un territorio metropolitano molto vasto.
La mappatura che qui si presenta dunque è il risultato di un processo euristico che ha la duplice funzione di offrire argomentazioni per la scelta dell’area in cui svolgere la sperimentazione prevista dal progetto e, in prospettiva, per condurre progressivamente a regime una politica di promozione dell’agricoltura sociale rivolta agli adolescenti romani.

Per leggere e scaricare la ricerca clicca qui.


Centri di Aggregazione Giovanile a Roma. Ricerca-intervento per lo sviluppo del sistema cittadino dei centri di aggregazione per adolescenti

La ricerca si colloca all’interno di un progetto promosso dal Dipartimento Servizi Educativi e Scolastici, Giovani e Pari Opportunità di Roma Capitale  con il finanziamento della legge 285/97, che è stato affidato ad una associazione temporanea di organismi, costituita dalla rete ITER, dall’Università LUMSA e dall’associazione OASI, che ne è capofila.

Dicembre 2013

Per leggere e scaricare la ricerca clicca qui.


“Per una città amica dei bambini e dei ragazzi – 15 anni di attuazione della legge 285 a Roma”

Pubblicazione realizzata da Assist s.r.l. in collaborazione con la Cabina di regia Legge 285/97 di Roma Capitale

Nell’estate del 1997 veniva approvata la legge 285 “Disposizioni per la promozione di diritti e di opportunità per l’infanzia e l’adolescenza”.
Pochi mesi dopo, nel febbraio del 1998, a Roma iniziava la preparazione del Piano cittadino in attuazione di questa legge, che ha portato nella Capitale quasi 150 milioni di euro, con i quali sono stati realizzati centinaia di interventi e servizi che hanno raggiunto (e stanno raggiungendo) decine di migliaia di bambini e ragazzi, con i loro familiari ed educatori. Questo testo, predisposto sulla base delle informazioni fornite dalla “Cabina di regia legge 285/97” di Roma Capitale, racconta le vicende, i problemi e le soluzioni adottate in questi 15 anni per rendere pienamente operative le disposizioni della legge 285. Nel tracciare un bilancio di questa importante esperienza, si auspica anche un suo convinto rilancio, per riconoscere i diritti e ampliare le opportunità di tutti i cittadini romani che di “minore” hanno solo l’età.

Scarica e visualizza il testo “Per una città amica dei bambini e dei ragazzi – 15 anni di attuazione della legge 285 a Roma”


Dossier “Disagio e povertà minorile a Roma”

A cura di Guido Antonelli Costaggini
Team di ricerca: Guido Antonelli Costaggini, Martina Giuffrè, Patrizia Piscitelli, Lucia Tardani

Lo studio, realizzato da Assist s.r.l. in collaborazione con la “Cabina di Regia legge 285/97” di Roma Capitale, presenta un panorama generale sulle varie forme del disagio della popolazione minorile nella Capitale, con le sue diverse sfaccettature: povertà economica, istruzione insufficiente, disabilità, rischi per la salute, violenza, sfruttamento, illegalità, ecc.
Si tratta di un importante contributo per una migliore conoscenza della condizione delle persone di minore età che vivono a Roma e per l’adozione delle misure più efficaci per assicurare loro un presente e un futuro migliore.

Per visualizzare e scaricare la sintesi clicca qui.

Per visualizzare il testo completo clicca qui.


Amicizia e professione. Contributi al dibattito sul sociale

A cura di Andrea De Dominicis

Nella fase attuale della modernità, ripensare l’amicizia professionale aiuta a riconsiderare la pregnanza del concetto di bene comune. Ciò, innanzitutto, per il fatto che comune appare il destino di salvezza, di prosperità o, al contrario, il declino della civiltà umana. Ben oltre, quindi, l’utilità immediata o la strumentalità economica. Nell’era della globalizzazione l’unicità della famiglia umana e l’unicità della terra sono il presupposto di qualsivoglia ragionamento attorno agli interessi che superano l’individuo. Più che a interessi collettivi o a singoli interessi nazionali, del resto, il destino degli individui è legato a una profonda riscoperta e cura del bene comune.

Edizioni Del Faro
Pag. 160
Prezzo: 13,00 euro

Per visualizzare l’anteprima del libro clicca qui


Welfare in movimento. Contributi al dibattito sul sociale

A cura di Andrea De Dominicis

I sistemi di Welfare sono in una delicata fase di passaggio. Sullo sfondo modelli più o meno consolidati e all’orizzonte profili ancora indistinti. La ricerca di nuove identità sembra oscillare tra la delusione della perdita e l’incertezza del futuro.
Questo lavoro parla agli operatori che popolano questa terra di mezzo ed ai decisori che hanno il compito di tracciarne le mappe.
Sono le prime annotazioni da un “viaggio”, iniziato poco più di un anno fa, che abbiamo chiamato OasiLab.
Si tratta di un gruppo (aperto) di persone che ha deciso di incontrarsi periodicamente in uno spazio intermedio, senza finalità immediatamente utilitaristiche. Ci proponiamo di offrire un contributo al dibattito sul Sociale, consapevoli del coraggio dell’immaginazione che a noi tutti è richiesto in questo periodo.

Edizioni Del Faro
Pag. 166
Prezzo: 13,50 euro

Per visualizzare l’anteprima del libro clicca qui


Farsi Carico Prendersi Cura
Conversazioni sul Welfare e sui Servizi Sociali

A cura di Francesco Alvaro e Martino Rebonato

Le espressioni “farsi carico” e “prendersi cura” indicano il senso di una responsabilità verso chi ci è affidato e ha bisogno di noi. Che è certamente quella di un familiare, di un parente, di un amico, nei confronti di un congiunto o di una persona cara. Ma è anche il farsi vicino di un volontario, il farsi carico attento e preparato da parte degli operatori sociali, il prendersi cura del bene comune di amministratori e politici attenti all’evoluzione del disagio, che guardano con lungimiranza alle sfide poste dalle nuove forme di povertà.
Questo testo ha un obiettivo semplice e ambizioso allo stesso tempo: contribuire ad una migliore conoscenza del sistema dei servizi socio-assistenziali in Italia, della sua storia, delle questioni sul tappeto.
Partendo dall’analisi delle profonde trasformazioni dei bisogni e delle domande sociali, gli Autori offrono uno spaccato sintetico del modello italiano dei servizi sociali e della sua evoluzione, dalla legge Crispi (1890) fino alla legge quadro 328 (2000).
Il libro non si presenta come un classico manuale, ma assume la forma di un lungo dialogo che, partendo dalle più importanti leggi sui servizi sociali, si snoda tra storia e attualità, con uno sguardo aperto al futuro. Riflette le frequenti e animate conversazioni tra gli Autori, entrambi esperti impegnati sul campo. Il testo è completato da numerose schede di approfondimento, un’ampia bibliografia e allegati che rimandano alle principali norme che regolano questo settore.

Armando Editore
Pag. 256
Prezzo: 20,00 euro


I volumi sono disponibili presso la sede dell’Associazione Oasi, in via San Lorenzo da Brindisi 14 – 00154 Roma.
Modalità di spedizione: rivolgersi a segreteria@oasisociale.it, oppure telefonare allo 0651600539.