Regione Lazio: la Delibera di Programmazione distribuisce 162 milioni

Piani Sociali di Zona. Ecco come la Delibera di Programmazione 537 dell’9 agosto 2017 distribuisce 162,3 milioni di euro ai distretti socio-sanitari della Regione Lazio. 55 milioni finanzieranno i servizi sociali essenziali

Piani Sociali di Zona - Regione LazioLa Regione Lazio ha approvato la delibera annuale di programmazione con la quale disegna, per il 2017, le linee guida per la redazione dei Piani Sociali di Zona dei distretti socio-sanitari in cui è suddiviso il territorio regionale. Gli interventi e i servizi sociali programmati dai comuni laziali saranno sostenuti distribuendo una cifra pari a 162,3 milioni di euro.

Aspetto fondamentale di questo documento è la suddivisione del fondo. Non solo in favore dei servizi che rispondono ad alcuni specifici bisogni e alle esigenze essenziali della popolazione. Dei 55 milioni di euro dedicati ai servizi essenziali, infatti, 3,5 sono destinati ai piccoli comuni. Cifre che aumentano, raggiungendo rispettivamente i 64,5 e i 4 milioni, sommandole alle risorse ancora disponibili nelle casse dei distretti. 64,5 milioni è, quindi, il massimale di spesa per i servizi sociali essenziali nel Lazio per i prossimi 12 mesi.

Inoltre, anche se buona parte della cifra coprirà l’esercizio finanziario per il 2017, la restante parte (30 milioni) rientra nel bilancio pluriennale per il 2018 e il 2019. Periodo temporale che ricade nel triennio programmato all’interno del Piano Sociale Regionale approvato quest’anno.

La delibera di programmazione 537 del 09/08/2017

Vediamo in sintesi come saranno suddivisi i 162 milioni riservati al welfare laziale.
Innanzitutto, per quanto riguarda il livello temporale, la cifra è così ripartita:

  • 2017: 132.333.997,64€
  • 2018: 23.519.149,52€
  • 2019: 6.479.141,96€

Le principali misure che si ripartiranno il sostegno finanziario saranno le seguenti:

  • Servizi essenziali: 55 milioni, per un totale di 64,5 milioni disponibili
    • dei quali 3,5 ai piccoli Comuni
  • Disabilità: 34,6 milioni, per un totale di 43,7 milioni disponibili
    • dei quali 14,1 per le disabilità gravissime
    • 9,1 milioni provenienti dal fondo nazionale per l’assistenza ai disabili privi di sostegno familiare (il cosiddetto “Dopo di noi”)
  • Compartecipazione della Regione Lazio alle RSA (Residenze Sanitarie Assistenziali): 37,5 milioni
  • Famiglia e minori (inclusa la rete dell’affido e dell’adozione): 18,5 milioni
  • Asili nido: 10,8 milioni
  • Bando Povertà 2017: la dotazione aumenta di 2,5 milioni, raggiungendo un totale di 5,5 milioni
  • Comuni impegnati nella Rete SPRAR: 800 mila euro

Per consultare la delibera di programmazione nel dettaglio, è possibile scaricare la copia resa disponibile dall’Assessorato alle Politiche Sociali.

Se vuoi rimanere aggiornato, avere ulteriori informazioni o ricevere altre notizie come questa:
Contattaci
Iscriviti alla Newsletter