UE: l’invito a presentare proposte per il progetto “Integrazione di cittadini di Paesi Terzi”

La Commissione Europea invita a presentare progetti per il bando "Integrazione di cittadini dei Paesi Terzi"La Commissione Europea ha approvato l’Invito a presentare proposte AMIF-2016-AG-INTE “Integrazione di cittadini di Paesi Terzi” nell’ambito del Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020.

Il Fondo FAMI è stato concepito per migliorare la gestione dei flussi migratori nell’Unione nell’ambito dello spazio di libertà, sicurezza e giustizia, in conformità con la politica comune in materia di asilo, protezione sussidiaria e protezione temporanea e della politica comune di immigrazione.

Beneficiari
I progetti da finanziare devono essere realizzati da una partnership composta da almeno 3 organismi provenienti almeno 2 diversi Paesi UE (esclusa la Danimarca), che siano enti pubblici, enti privati non profit, organizzazioni internazionali.

Attività

  • Iniziative concrete per favorire la partecipazione attiva dei cittadini di Paesi terzi nelle società di accoglienza (diffusione di informazioni, sensibilizzazione, formazione, misure e programmi di gestione della diversità, mentoring);
  • Promozione, diffusione e condivisione di esperienze, prassi e approcci di successo nell’ambito della partecipazione attiva dei cittadini di Paesi terzi nelle società di accoglienza
  • Inclusione della dimensione di genere attraverso azioni specifiche di empowerment delle donne o di promozione della loro partecipazione attiva sarà considerato favorevolmente nella valutazione dei progetti.
  • Sostegno pre-partenza e post-arrivo per le persone bisognose di protezione internazionale che vengono ricollocate all’interno dell’UE o reinsediate da un Paese terzo.

Contributi
Il contributo UE può coprire fino al 90% dei costi totali ammissibili del progetto e sarà compreso tra € 450.000 e € 750.000.

Termine
Le proposte devono essere presentate online entro il 28/02/2017, ore 17 di Bruxelles.

Segnalato da Synago