Forum su Migrazione e Pace: Bergoglio incontra le organizzazioni che si occupano di migranti

21 e 22 febbraio 2017, per il VI Forum su Migrazione e Pace promosso da Scalabrini International Migration Network, si sono incontrate a Roma le organizzazioni impegnate al fianco di chi fugge da povertà e guerra. Presenti anche Associazione Oasi e Kairos Cooperativa Sociale.

Papa Francesco riceve le organizzazioni che partecipano al VI Forum su Migrazione e PacePrima un incontro in Vaticano, ricevuti dal Santo Padre nella mattinata di martedì 21 febbraio, successivamente i lavori del Forum presso l’Aula dei Gruppi Parlamentari, a due passi da Montecitorio. La VI edizione del Forum su Migrazione e Pace, promosso da Scalabrini International Migration Network – Simn e organizzato insieme al Dicastero per lo sviluppo umano e la Fondazione Konrad-Adenaur-Stiftung, ha fatto incontrare a Roma più di 200 rappresentanti di ong internazionali, istituzioni, governi, atenei e organizzazioni del Terzo Settore, la maggior parte delle quali di estrazione religiosa. Il tema di quest’anno ha una connotazione fortemente positiva e propositiva, “Integrazione e sviluppo: dalla reazione all’azione“.

slide-home-photo-forum-page-italian_orig

Anche Andrea De Dominicis, Martino Rebonato e Andrea Zampetti vi hanno partecipato, in rappresentanza dell’Associazione Oasi e della Cooperativa Kairos. La nostra collaborazione, per il progetto di agricoltura sociale Campi Ri-Aperti, con una delle organizzazioni legate all’ordine degli Scalabriniani, Casa Scalabrini 634, è stata ricordata da Emanuele Selleri, che ha raccontato l’impegno del suo centro per l’integrazione di rifugiati e richiedenti asilo alla porte della difficile periferia Est di Roma.

Il Forum su Migrazione e Pace ha avuto inizio in Vaticano. Papa Francesco ha recentemente istituito la sezione “migranti e profughi” presso il Dicastero per il servizio per lo sviluppo umano integrale, che avrà un ruolo di raccordo per la rete degli organismi ecclesiali coinvolti nel fenomeno migratorio. Fenomeno per il quale il Santo Padre non ha mai nascosto la propria preoccupazione. Per questo ha ricevuto in udienza i partecipanti al Forum, tenendo un lungo discorso che trova la propria centralità in 4 parole chiave. Per la precisione, 4 verbi: accogliere, proteggere, promuovere e integrare.

“Credo che coniugare questi quattro verbi, in prima persona singolare e in prima persona plurale, rappresenti oggi un dovere, un dovere nei confronti di fratelli e sorelle che, per ragioni diverse, sono forzati a lasciare il proprio luogo di origine: un dovere di giustizia, di civiltà e di solidarietà“. Queste le parole di Bergoglio.

Di seguito vi proponiamo l’intervento integrale del Papa durante la diretta del Centro Televisivo Vaticano.